scrivimi@carlocortesi.it

mercoledì, gennaio 09, 2008

Rifiutare le responsabilità...

Rifiutare le responsabilità...

In questi giorni ci troviamo immersi nei fatti di cronaca relativi all'emergenza rifiuti in Campania. Ritengo che il titolo giusto per questo mio post fosse proprio "rifiutare le responsabilità" perchè ritengo stia lì tutta la questione, per quello che posso capirne...

Chi è stato assente dalle responsabilità? Prima di tutto le istituzioni. E mi dispiace che Bassolino e la Iervolino non siano d'accordo. Uno è stato prima a lungo sindaco di Napoli e ora da 8 anni presidente di Regione, l'altra sindaco al secondo mandato. E così tanti altri sindaci dell'area.

Non c'è da stupirsi se la situazione si scoppiata, nessuno per eviatre di pedere consenso ha voluto creare discariche "vere" e termovalorizzatori. Per non scontentare gli amici degli amici che gestiscono le società di smaltimento non si è mai effettuata la raccolta differenziata. Penso anche perchè si sarebbe tolta una bella fetta di guadagni ai clan camorristici.

Certo, anche i cittadini devono fare la loro parte, ma se un comune non fa la differenziata il cittadino che può fare...???

Comunque chi volesse capirne di più su tutto, deve leggersi l'articolo di Roberto Saviano pubblicato sabato 5 gennaio scorso su la Repubblica, lo trovate a questo link.

3 Comments:

Anonymous IngVLombardi said...

Rispondo anche sono "molto" di parte: sono nato e cresciuto a Pianura e a 24 anni(8 mesi fa) mi sono traferito a Firenze.

I finanziamenti per lo smaltimento dei rifiuti sono stati distribuiti ad ogni regiorne italiana; tutte con questi fondi, hanno risolto il problema, tranne una: la Campania.
Il problema allora è: in questi 20 anni i soldi stanziati in Campania che fine hanno fatto?..sono stati investiti male per ignoranza o volutamente?
La situazione drammatica da anni (anche se la spazzatura è solo uno dei tanti problemi esistenti a Napoli) è sempre stata sotto gli occhi di tutti, ma ognuno nel suo piccolo è inerme contro tutta l'organizzazione e gli interessi che ci sono dietro.
Tutto andrebbe "resettato" come quando è stato fatto ogni sforzo tecnico, ma il computer continua a non funzionare...
Auguri Napoli..
..un ex ma orgoglioso cittadino napoletanto-italiano..

11:15 AM

 
Blogger Carlo Cortesi said...

Sono contento che tu abbia portato la tua testimonianza di cittadino napoletano. Perchè non succede così nelle altre regioni me lo chiedo anche io, per la Toscana posso anche capirlo, ma, ad esempio, come mai in Sicilia non hanno questi problemi non lo capisco...

12:19 PM

 
Anonymous IngVLombardi said...

perchè in Sicilia no?...boh..la butteranno in mare...anche se pure la Campania ha il mare...mah!

12:45 PM

 

Posta un commento

<< Home